Dal 22 aprile 2018 è entrato in vigore un elenco con tutti gli interventi di manutenzione che possono essere effettuati senza la necessità di presentare alcuna comunicazione al comune. Niente più dubbi o lunghi procedimenti burocratici per questi interventi, quindi.

Si chiama “Glossario dell’edilizia libera” ed è un documento pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, il quale elenca 58 tipologie di interventi per i quali non sono richieste comunicazioni. Il documento ha valore nazionale ed elimina ogni incertezza in merito alle differenti normative vigenti in ogni singolo comune.

Per quanto riguarda gli interni degli appartamenti la lista comprende tutta la manutenzione ordinaria, compreso il rifacimento di tutti gli impianti, ma anche tutte le modifiche che non alterano in maniera significativa lo stato dell’immobile e che, di conseguenza, non richiedono la necessità di variazioni catastali.

Via libera anche a rampe, montascale e ascensori per abbattere le barriere architettoniche, purché realizzati all’interno dell’edificio, senza interventi sulle parti strutturali. Nessuna comunicazione al Comune neppure per i pannelli solari e gli altri impianti per il risparmio energetico, a patto che siano realizzati su immobili al di fuori dei centri storici.

Buone notizie anche per gli amanti degli animali domestici, ora è possibile costruire cucce in muratura e voliere, nonché provvedere alla recinzione delle aree destinata agli animali da compagnia.

L’obiettivo del Glossario è quello di semplificare la vita di chi intende migliorare la propria casa. Il testo è facilmente reperibile, scaricabile direttamente dal sito del ministero delle Intrastrutture o dal seguente link http://www.italiasemplice.gov.it/media/2528/glossario-edilizia-libera.pdf.