La caratteristica principale dell’impianto a monotubo, è il riscaldamento a catena dei caloriferi. L’acqua calda scorre dal primo calorifero fino all’ultimo, riscaldandoli uno dopo l’altro in successione ed emanando calore progressivo nel riscaldare la casa.

Come in tutti i tipi di riscaldamento con radiatori a monotubo, è necessaria una certa manutenzione, pulizia con acido e sfiati periodici.

Tuttavia a volte questo non è sufficiente. A volte i residui di metallo si depositano nei tubi e ostruiscono il passaggio dell’acqua calda impedendo il riscaldamento.

La soluzione consiste nel rompere il pavimento, estrarre il tubo e procedere con la pulizia, portando non solo a spreco di denaro per la lavorazione extra, ma anche ad un certo disagio: polvere, piastrelle rotte, rumore fastidioso dovuto all’utilizzo del martello elettrico necessario alla rottura.

Una soluzione più rapida: aria compressa

Eppure c’è chi ha trovato una soluzione più pratica, economica ed innovativa. Invece che agire sulla parte dell’impianto ove presente l’ostruzione, gli idraulici sono saliti alla fonte, ossia a quello che è il collettore di distribuzione di acqua calda e con compressori ad alta potenza, hanno soffiato aria compressa nel collettore fino ad arrivare alle parti finali delle tubazioni disperdendo tutti i residui di ferro e impurità, pulendo in profondità le tubazioni.
Una soluzione rapida, efficace, economica ed ecologica, perché praticabile senza l’utilizzo di sostanze chimiche.