La giusta alternanza tra sole e pioggia rendono maggio il mese migliore per cominciare a pensare al tuo orto. La primavera inoltrata, con il sole che inizia a essere sufficientemente caldo, ci permette di avere una scelta più vasta degli ortaggi da piantare rispetto all’autunno. 

E anche se vivi in città, l’orto non è un’utopia: scopri come puoi fare l’orto in casa.

Vivi in città? Ecco come fare l’orto sul tuo terrazzo

Molti credono che creare un orto in un appartamento sia qualcosa di impossibile, ma non è così.

Perché la pianta cresca è sufficiente terra, acqua e sole. Quindi se hai un appartamento dotato di balcone o terrazzo, hai già tutto quello che ti serve! Comincia a procuravi delle fioriere o cassette in legno, meglio profonde, di circa 30-40 centimetri.
Le piantine, anche se più costose, sono da preferirsi al seme, in quanto è più probabile che crescano rigogliose.
Una volta riempite di terra le fioriere, con una paletta in metallo da giardinaggio fai dei piccoli buchi, solitamente profondi un palmo, e posiziona la piantina. A questo punto va aggiunto il concime, che per i più attenti all’ambiente può essere anche l’umido che avanza dai pasti. Messo in un robot da cucina, puoi tritarlo e porlo intorno alla piantina che hai posizionato all’interno dell’incavo.

Il vantaggio di un orto ridotto come quello di città è la gestione delle erbacce, che saranno notevolmente ridotte rispetto alla formazione che si origina su un terreno più esteso. È così sufficiente rimuoverle a mano, quasi sempre senza l’uso di utensili.

Se non vivi in condominio: evviva il tuo orto in campagna!

Se hai la fortuna di avere una casa in campagna con una porzione di terreno, anche di pochi metri quadrati, creare un orto è semplice e vario. Dopo aver smosso il terreno prima della semina con una normale zappa, i passaggi sono gli stessi utilizzati per l’orto in città.
Per un orto in campagna sarà più facile procurarsi del concime adeguato: il migliore rimane quello di suino, ma in alternativa vanno bene anche quelli di bovino, equino, ovino  pollame.

La manutenzione di un orto in campagna

Purtroppo su un orto esteso come quello di campagna la formazione di erbacce è una costante e la rimozione avviene quasi sempre con una zappa oppure a mano. L’operazione è alquanto faticosa, non c’è un modo per prevenire la formazione di erbacce?
Molti propongono l’uso di diserbanti, ma questi verrebbero assorbiti anche dai frutti del nostro orto compromettendone la qualità e la genuinità. L’alternativa è utilizzare un telo per ricoprire il terreno in corrispondenza della piantina per evitare la crescita di erbacce e mantenere più a lungo l’umidità, vantaggio utile in caso di siccità.

Per godere dei suoi vantaggi, è sufficiente fissare il telo al terreno con delle pietre lungo il perimetro, lasciando lo spazio adeguato per la crescita della pianta e per innaffiarla.

L’uso del telo è adatto ad ogni tipo terreno, ma se il tuo orto è in un’area piana puoi usare anche corteccia di alberi o palline in terracotta. Ma te lo sconsigliamo in periodi di vento forte, in quanto corteccia e terracotta sono materiali leggeri e facilmente removibili.

Guida agli ortaggi: cosa conviene piantare a maggio 

Nel mese di maggio si può piantare praticamente di tutto: pomodori, insalata, spinaci, bieta, melanzane, peperoni, carote, cipolle. Si può anche piantare frutta come more, lamponi e fragole.
Nel caso di verdura in foglia o cavolo cappuccio, consigliamo di mantenere una distanza di almeno 25 cm per ogni foro, per lasciare spazio alla foglia di crescere. Nel caso di fioriere o cassette in legno, si sconsiglia di piantare zucchine o broccoli in quanto richiedono molto più spazio di quello fornito da una fioriera.

Se hai una certa quantità di terreno, puoi piantare  broccoli e zucchine; per quanto riguarda la frutta è possibile piantare anche angurie e meloni. Se li pianti, però, tieni d’occhio la crescita della pianta e taglia i rami periferici lasciando sempre il ramo centrale: in questo modo otterrai un frutto grande e succoso. Ricorda anche che angurie e meloni richiedono una certa quantità di acqua e sono dunque da innaffiare spesso. 

Ciò che non si può piantare nel mese di maggio sono cavoli, verze, finocchi, rape: è consigliato piantare questo genere di ortaggi verso la fine di agosto o settembre per via delle temperature.

Buon lavoro!