In principio fu la normativa sui rumori esterni, come quelli dei mezzi di trasporto che causano l’inquinamento acustico e un conseguente aumento di stress. Non passò molto prima di capire che era necessario fornire delle normative di riferimento anche per l’inquinamento acustico all’interno delle abitazioni. La normativa di riferimento per l’inquinamento acustico è la Legge N. 447 del 26 ottobre 1995, che prevede una riduzione del rumore in termini di decibel e anche del rumore massimo che si crea tra differenti unità immobiliari  vicine o sovrapposte.

Perché isolare il pavimento?

Quante volte senti lo scalpiccio fastidioso di passi sopra di te mentre sei a letto? Oppure quanto è grande il desiderio di muoverti liberamente in casa tua con la certezza che non stai disturbando nessuno?
Ecco perché una volta accertati dell’isolamento delle pareti e del soffitto, è la volta dell’isolamento del pavimento.

Come isolare il pavimento dai differenti tipi di rumore

Per isolare al meglio il nostro pavimento è necessario fare una distinzione tra tipologie di rumore. Esistono i rumori aerei, come voci, urla , musica o tv ad alto volume e i rumori strutturali, quelli generati direttamente dalla struttura, come gli “stacchi” degli impianti che creano vibrazioni.
Quando parliamo di isolamento acustico del pavimento parliamo principalmente della prima categoria.

Quindi cosa devi fare per isolare adeguatamente il pavimento? Nel caso delle abitazioni è necessario optare per materiali fonoisolanti che possano proteggere dai rumori provenienti dall’esterno (e che aiutano anche a prevenire la formazione di umidità e altre muffe dannose per la salute della tua famiglia)

La tecnica è semplice: è sufficiente inserire dei tappetini al di sotto del pavimento.
Solitamente si prediligono sughero o legno, quei materiali green che sono in grado di: 

  • attutire il rumore proveniente dall’interno;
  • evitare la sua propagazione;
  • mantenere all’esterno i suoni fastidiosi. 

Pare che però si stiano esplorando nuove frontiere in merito all’isolamento acustico, soprattutto nelle case di nuova costruzioni.

Le innovazioni in tema di isolamento acustico dei pavimenti

Tra le varie innovazioni spicca il pavimento galleggiante. Questo tipo di pavimento è formato da un massetto galleggiante di spessore minimo di 5 centimetri appoggiato su un pannello elastico.
Questo nuovo tipo di pavimentazione garantisce un ottimo isolamento dal calpestio a prescindere dal tipo di superficie calpestabile, che può essere rigida, come il marmo o il cotto, o resiliente, come pvc o moquette.